documentario di Quattrina

L’incontro è previsto per le 20:30 all’Auditorium della Cassa Rurale di Ala e vedrà la partecipazione dell’autore insieme all’ Associazione storico­culturale Memores e la Biblioteca comunale di Ala che hanno organizzato l’appuntamento.

Il documentario di Quattrina racconta la storia del lazzaretto di Verona , un ospedale o luogo di isolamento in cui venivano curati (spesso invano) persone affette da malattie contagiose, come la peste o la lebbra. Anche Verona, città antica di origine medievale ebbe il suo lazzaretto: si trovava a San Pancrazio, luogo lungo l’Adige ma ad un’adeguata distanza dalla città.

Il lazzaretto di Verona è un luogo testimone di miserie: dalle epidemie di peste, la più tragica fù quella del 1626 con oltre 33.000 vittime) alle tragiche giornate della fine della Seconda Guerra Mondiale, quando il lazzaretto venne adibito a deposito di munizioni ed in seguito ad un’esplosione morirono 30 persone tra cui bambini, donne e uomini.

Questo luogo è interessante perc L’incontro è previsto per le 20:30 all’Auditorium della Cassa Rurale di Ala e vedrà la partecipazione dell’autore insieme all’ Associazione storico­culturale Memores e la Biblioteca comunale di Ala che hanno organizzato l’appuntamento.

Il documentario di Quattrina racconta la storia del lazzaretto di Verona , un ospedale o luogo di isolamento in cui venivano curati (spesso invano) persone affette da malattie contagiose, come la peste o la lebbra. Anche Verona, città antica di origine medievale ebbe il suo lazzaretto: si trovava a San Pancrazio, luogo lungo l’Adige ma ad un’adeguata distanza dalla città.

Il lazzaretto di Verona è un luogo testimone di miserie: dalle epidemie di peste, la più tragica fù quella del 1626 con oltre 33.000 vittime) alle tragiche giornate della fine della Seconda Guerra Mondiale, quando il lazzaretto venne adibito a deposito di munizioni ed in seguito ad un’esplosione morirono 30 persone tra cui bambini, donne e uomini.

Questo luogo è interessante perché racconta numerose storie, tra queste quelle di alcuni ricoverati malati di peste alensi ed aviensi. Mauro Vittorio Quattrina , classe 1957, è regista, documentarista e scrittore nonché consulente storico per fiction e film storici (soprattutto della storia del Novecento). E’ autore di numerosi documentari storici, tra i più noti ci sono  Tunnel factories, storia delle fabbriche di armi convenzionali e segrete nell’Italia settentrionale (in particolare sul lago di Garda), Paura e distruzione dal cielo sulla battaglia del Brennero tra il novembre 1944 e il maggio 1945, Mi ricordo quando passava il Pippo con le storie dei residenti di Bardolino sulle incursioni aeree militari tra il 1939 e il 1945 e Il sasso e il grano: tre storie sul filo spinato, l’emozionante racconto di tre italiani internati nei campi di concentramento nazisti in Austria e Germania e Il fuoco sopra gli angeli.

Oradour sur Glane 10 giugno 1944 sul massacro nella cittadina francese, di cui fu vittima anche la famiglia veneta Miotto ­Zoccarato. L’incontro si inserisce all’interno degli appuntamenti con la storia organizzati ogni anno dall’Associazione storico­culturale Memores in collaborazione con la Biblioteca comunale di Ala e vogliono essere un’occasione di riflessione su tematiche storiche locali, nazionali e anche internazionali.

Questo è l’ultimo appuntamento per la stagione 2014/2015 e Massimiliano Baroni, presidente dell’Associazione Memores si dice “molto soddisfatto dell’affluenza alle serate, della partecipazione e del dibattito avuto durante gli incontri. E’ un input per fare ancora meglio e con il direttivo stiamo già lavorando ai nuovi appuntamenti per il 2015/2016”.

promuovere salute e 3 omega 3

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *