cimiteri

E’ il periodo di maggior affluenza nei cimiteri e, come tutti gli anni si registrano furti di fiori, lumini, vasetti di rame e/o altro.

Non è il valore di un mazzetto di fiori che fa rabbia quanto il gesto, vile, di chi specula così bassamente sui sentimenti delle persone verso i propri defunti.

Quest’anno è toccato anche alla mia famiglia, il mazzetto di fiori, peraltro piccolo e dai gambi corti, è sparito dal vasetto posto sulla lapide di mia suocera, una lapide piccola di quelle che coprono il vano delle urne cinerarie e non offrono certo spazio a sprechi floreali.

Per quanto io cerchi di capire le ragioni di chi si dedica ad un’attività tanto miserevole non mi riesce proprio di giustificare un gesto che rasenta la barbarie; non dal punto di vista economico che di per se il danno è quasi insignificante, quanto per lo spregio verso la memoria del defunto e verso i sentimenti dei familiari. E’ un gesto inqualificabile che meriterebbe una sanzione severa, in altre città si è provveduto ad installare impianti di videosorveglianza ma Rovereto in queste cose è sempre buona ultima, se ci fosse da realizzare una pista ciclabile sarebbe tutta una corsa a trovare il necessario, la tutela dei sentimenti delle persone, evidentemente, è altra cosa e, soprattutto, secondaria alla buona visibilità dell’amministrazione.

Invito il nostro Sindaco, visto il ripetersi di questo malvezzo, a valutare l’opportunità di mettere fine a questo scempio.

promuovere salute e 3 omega 3

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *